Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Riconoscimento titoli


L’ISCRIZIONE AL COLLEGIO E’ OBBLIGATORIA PER LAVORARE IN ITALIA;

tale iscrizione può essere effettuata presso il Collegio IPASVI della provincia di residenza o in alternativa presso quello della provincia sede dell’Azienda di lavoro.

Per l’iscrizione al Collegio IPASVI di Vicenza è necessario:

  • Avere ottenuto il riconoscimento del titolo di studio abilitante all’esercizio della professione infermieristica conseguito nel paese d’origine
  • Avere sostenuto e superato un esame per verificare:
    1) la conoscenza della lingua italiana (per infermieri provenienti sia da Paesi dell’Unione Europea che non comunitari)
    2) la conoscenza della normativa Italiana, relativa l’esercizio professionale ( SOLO per infermieri provenienti da Paesi non comunitari)

“RICONOSCIMENTO TITOLI STRANIERI: l’INFERMIERE”

La richiesta di riconoscimento del titolo e la relativa documentazione (alla domanda va allegata la marca da bollo) devono essere trasmesse a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo:

MINISTERO DELLA SALUTE
Direzione Generale della Risorse Umane e delle professioni Sanitarie
UFFICIO IV
Via Giorgio Ribotta 5
00144 ROMA RM

N.B. indicare sulla busta “RICONOSCIMENTO TITOLO EX LEGGE 40/98”

Per ulteriori informazioni contattare il Ministero della Salute di Roma (centralino tel. 06/5994)

Documentazione:

Cittadino Unione Europea:
Modello A3 (Infermiere)
Presentare i documenti in Allegato A3 (Infermiere)

Cittadino Non comunitario:
Modello D2-1 (Infermiere)
Presentare i documenti in Allegato D2-1 (Infermiere)
NOTA BENE:
Gli infermieri che intendono lavorare nella Regione Veneto devono inviare il Modello H e i documenti della lista Allegato H
direttamente agli uffici regionali competenti, al seguente indirizzo:
Regione Veneto San Polo – Campo S. Stin, S.Polo 2514 30100 – Venezia
Referenti:

  • Dott.Filippo Mario Melita Dirigente Servizio Formazione
  • Dott.ssa Caterina Dalla Zanna Dirigente U.C. risorse umane e formazione

tel 041.2793433-3434 fax 041.2793513
Sanita.risorseumane@regione.veneto.it

Dopo aver ricevuto da parte del Ministero della Salute il “Decreto di Riconoscimento del titolo di studio”, contattare la Segreteria del Collegio IPASVI di Vicenza per presentare tutta la documentazione.
Orari di apertura al pubblico: martedì-giovedì ore 14-18, mercoledì ore 10-12.
Tel. 0444-303313
ATTENZIONE
I decreti di riconoscimento del titolo di studio perdono efficacia dopo 2 (due) anni dalla data di rilascio, se non ti iscrivi al relativo Albo professionale entro tale periodo.

ESAME DI VERIFICA:

Il Collegio IPASVI di Vicenza, prima dell’iscrizione, propone di sostenere gratuitamente un “pre-test” presso la propria sede per verificare la conoscenza della lingua italiana.
Tale pre-test serve da verifica informale per valutare il livello di conoscenza e padronanza della lingua italiana, confrontato con lo standard europeo di riferimento.
Per sostenere il pre-test, la cui esecuzione è fortemente consigliata, contattare la segreteria durante gli orari di apertura al pubblico per concordare il giorno per lo svolgimento.
È prevista una stesura scritta su un tema di argomento generale (esperienze di vita e di lavoro, tempo libero etc.) indicato dal docente.
Qualora il pre-test evidenzi un livello insufficiente, saranno suggerite eventuali misure formative per migliorare la conoscenza della lingua italiana.
Durante il pre-test saranno presenti i colleghi della Commissione Cittadini Stranieri.

L’esame di verifica ufficiale consiste in due prove:
A) Una prova scritta composta da alcuni esercizi:

  • ascolto e comprensione di un testo, con risposta a domande riguardanti il contenuto;
  • lettura e comprensione di un testo, con risposta a domande sul contenuto;
  • completamento di un testo mancante di alcune parole, disponibili più sotto in modo disordinato, per dare un senso logico al testo stesso;
  • collegare alcuni vocaboli o gruppi di essi (che fanno parte del lessico tecnico sanitario), con le corrispondenti definizioni, o viceversa;
  • composizione di un testo riguardante piani di lavoro o la clinica delle patologie più comuni.

L’insegnante di italiano ha la facoltà di decidere ogni volta quanti e quali esercizi richiedere

B) Una prova orale:

  • Per tutti gli infermieri stranieri: colloquio mirato a valutare la padronanza della lingua italiana;
  • SOLO per gli infermieri Non Comunitari: colloquio mirato a valutare la conoscenza della normativa relativa l’esercizio professionale infermieristico

Ulteriori indicazioni:

  • l’esame si tiene quando vi siano almeno cinque richiedenti. La comunicazione della data ed il relativo orario di svolgimento delle prove d’esame saranno da noi successivamente comunicati telefonicamente entro un mese circa;
  • la Commissione d’esame è Costituita da: un Presidente, un segretario verbalizzante (entrambi Infermieri) e da un docente di italiano in possesso dei necessari requisiti;
  • l’esito dell’esame verrà comunicato al termine delle prove stesse;
  • i contenuti dell’esame possono riguardare sia i contenuti di un testo di orientamento che verrà consegnato dalla Segreteria al momento della richiesta, sia la bibliografia consigliata dal testo stesso, sia dall’elenco e dai link di questo sito.
Testi consigliati:
  • Collegio IPASVI Milano-Lodi, Essere infermieri in Italia, Ed. McGraw-Hill
  • G. Mutillo Professione infermieristica in Italia – Ed. Hoepli
  • R. F. Craven, C.J. Hirnie, Principi fondamentali dell’assistenza infermieristica, CEA, Milano, 2007
  • P.C. Motta, Introduzione alle scienze infermieristiche, Carocci Faber, Roma, 2002
  • L. Benci, Aspetti giuridici della professione infermieristica, Masson 2005
  • A. Silvestro, Commentario al Codice Deontologico dell’infermiere 2009, Ed. MCGraw-Hill, 2009.
Altri link utili: